in viaggio nei luoghi di
Despar Sicilia
{{'2020-08-13 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd LLLL y'}}

Il litorale ibleo, fascino tutto l’anno

Barocco, tanto barocco: il comune di Ragusa ha diciotto monumenti Patrimonio Unesco. Una campagna frastagliata dai caratteristici muri a secco. Una cucina che appaga ogni palato. Ma soprattutto ha il mare, azzurro, pulito – riconfermata la Bandiera Blu per Marina di Ragusa, frazione balneare del capoluogo ibleo – e dalle lunghe spiagge, ancora libere per la maggior parte. In estate la costa ragusana si sveglia dal letargo invernale: una doppia vita, la sua, solitaria, assai solitaria, in inverno, pullulante di dinamismo nella bella stagione. L’estate richiama migliaia e migliaia di presenze, locali e straniere, che invadono con la loro voglia di vacanza ogni centimetro del litorale. Piccole frazioni come Santa Barbara o il villaggio dei Gesuiti si trasformano così in nuclei di vivaci convivenze, dove gli accenti si mischiano fra loro in una nuova lingua che parla di relax, sole e salsedine.

Il mare d’inverno

Un tempo il fenomeno era ancora più diffuso, adesso, complice la crisi economica, un po’ meno: resta però caratteristico di un atteggiamento tutto meridionale che lascia increduli i turisti del Nord abituati a ben altri tragitti: la “doppia casa” a una ventina di chilometri di distanza, una per la bella stagione, l’altra per i mesi più freddi. Eppure il mare in inverno ha il suo fascino. Quando soffia il vento, le onde s’infrangono sugli scogli. Il loro rumore è quasi minaccioso, ma fatta l’abitudine diventa un amico che racconta storie fantastiche di pesci rari che vivono nelle profondità marine e galeoni affondati dalle tempeste. Gli schizzi bagnano la strada, oggi trasformata in una lunga pista ciclabile che costeggia il mare, l’aria è umida, ha un intensissimo odore di alghe e salsedine.

Mare e dintorni per l’estate iblea

In estate è tutta un’altra storia. Il sole si specchia sull’immensa distesa d’acqua, lo colora di sfumature uniche in un movimento di luce, riflessi e ombre. È incredibile notare come ogni momento abbia una sua eccezionalità, introvabile nel prima e nel dopo, ieri e domani. A volere fissare l’immagine nella mente è impossibile: è troppo bella per essere catturata. Non resta che goderne dal vivo, durante una passeggiata in bici al tramonto o una corsa rigenerante al mattino presto. Le barche del vicino porto turistico sono chiazze bianche nell’azzurro intenso, i bagnanti puntini di colore. Il cielo e il mare danzano insieme, cornici preziose di un quadro al naturale. La sera il chiarore delle stelle gioca a nascondino tra i lampioni delle strade che illuminano la costa. La movida può iniziare tra i locali e i ristoranti del centro di Marina di Ragusa e delle altre località della costa, Punta Secca, Donnalucata. Gli amanti del barocco si spostano nella vicina Ragusa Ibla, a Modica o a Scicli per godere dei loro monumenti e angoli antichi.
Ma c’è chi preferisce altro: fermarsi in un posto tranquillo sul litorale ad ascoltare la ninna nanna delle onde.

I tuoi punti vendita a Marina di Ragusa (RG):
· EUROSPAR - via Caboto - Marina Di Ragusa (RG)

Potrebbero interessarti anche:

{{'2020-09-24 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2020-09-24 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Salaparuta: un brindisi alla rinascita

Una passeggiata nel caratteristico e minuto centro storico

scopri di più
{{'2020-09-17 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2020-09-17 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Acate e il suo profumo di uva appena raccolta

Il profumo della vendemmia.

scopri di più