le ultime
dal blog

{{'2023-02-01 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2023-02-01 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Cento Pozzi, tracce di un passato lontano.

Contrada “Cento Pozzi” a Ragusa: un misterioso complesso di cisterne intercomunicanti e il cunto popolare che ne racconta l'origine.

scopri di più
{{'2023-01-01 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2023-01-01 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Sicilia, la principessa venuta da lontano

Mostri, profezie e una principessa bellissima e sfortunata: ecco la leggenda di come la Sicilia mutò nome e di come ebbe origine la stirpe siciliana.

scopri di più
{{'2022-12-01 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2022-12-01 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

U ciaramiddaru nel Natale siciliano

Il Natale siciliano è ricco di usanze e tradizioni. La novena suonata dal ciaramiddaru, con il suo particolare strumento, è una di quelle più antiche e suggestive.

scopri di più
{{'2022-11-03 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2022-11-03 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Il “ripiglino”, quando anche un filo poteva diventare giocattolo

Semplice ed essenziale, così era il gioco del “ripiglino” o della “matassa”. Bastava un elastico o un pezzo di spago, almeno quattro mani e… concentrazione!

scopri di più
{{'2022-10-07 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2022-10-07 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Avete sentito parlare della “cunzata do' lettu”?

“A' cunzata do lettu” era, ed è ancora, un'usanza comune in tutta la Sicilia. La sua funzione augurale e di buon auspicio è accompagnata da scherzi e burle.

scopri di più
{{'2022-09-01 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2022-09-01 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

A mustata ri vinu

La mostarda siciliana è un tipico dolce autunnale preparato con mosto di vino cotto. Una esplosione di profumi, tradizioni e racconti di Sicilia.

scopri di più
{{'2022-08-04 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2022-08-04 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

“Scarica canali”, “caricabotti” o “vacca scinni e 'ncravacca”, tu come giocavi?

Uno dei tanti nomi era “scarica canali”, ma c'è anche “vacca scinni e 'ncravacca”, “quattru e quattrottu” o “caricabotti”, un gioco indimenticabile del nostro passato.

scopri di più
{{'2022-07-07 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2022-07-07 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

È tempu di fari i buttigghi

Verso fine agosto in Sicilia le famiglie si riunivano per preparare le conserve di salsa di pomodoro. Era un rito faticoso e festoso che coinvolgeva tutti.

scopri di più
{{'2022-06-02 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2022-06-02 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

U calacipitu, memorie avventurose

Carrettino, calacipitu, carrozza, tanti nomi per un unico divertimento fatto di velocità e precisione, che ha visto le vie di tanti paesi trasformarsi in piste.

scopri di più
{{'2022-05-05 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2022-05-05 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

C'era una volta... il gioco della lippa

Tre pezzi di legno, una strada, 2 o più giocatori ed il gioco è fatto! Con la lippa i ragazzini di paese si divertivano e si sfidavano nelle piazze e per le vie

scopri di più