i consigli di
Despar Sicilia
{{'2021-08-26 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd LLLL y'}}

Sindrome da rientro: segui i nostri consigli scaccia tristezza

Le tue vacanze sono agli sgoccioli e già hai l’ansia da rientro? Non preoccuparti, è più comune di quanto pensi. Si chiama proprio sindrome da rientro a lavoro e noi ti diamo tre consigli per contrastarla al meglio.

I sintomi della post-vacation blues

Astenia, insonnia, mal di testa, spossatezza, persino disturbi digestivi: sono i sintomi della post-vacation blues, la sindrome da rientro post ferie, che talvolta arrivano a manifestarsi già durante gli ultimi giorni di vacanza. Ogni anno colpiscono circa 6 milioni di italiani, in genere nella fascia d’età tra i 25 e i 45 anni, il cui benessere psicofisico è seriamente minacciato dal ritorno alla quotidianità e ai suoi ritmi frenetici. La buona notizia è che si tratta di un disagio passeggero – ci vuole circa una settimana a riabituarsi alla vecchia vita –, ma alcune volte può perdurare più a lungo, in questo caso ti consigliamo di consultare uno specialista.

Manda via la tristezza con i nostri consigli

Mal comune mezzo gaudio? Insomma, il fatto che in tanti soffrano della sindrome da rientro può certamente abbassare il nostro livello di preoccupazione che si tratti di qualcosa di raro, ma non ci farà stare di certo meglio. Che fare quindi? Eccoti tre consigli che ti aiuteranno certamente.

      1. Accorcia la vacanza

    Non tornare in città l’ultimo giorno di ferie! Molti fanno questo errore e si ritrovano catapultati dall’oggi al domani dalla modalità relax a quella lavoro. Questo non fa che acuire il senso di disagio che il ritorno alla quotidianità può portare, quindi concediti qualche giorno di tranquillità a casa, prima di rientrare a lavoro. Approfittane per sistemare gli ambienti, preparare scorte di cibo, rilassarti sul divano e riappropriati del piacere di stare in casa senza far nulla.

      2. No impegni a breve termine

    Proprio così: durante la prima settimana di rientro a lavoro pensa solo a una cosa: lavorare. Cerca di tenere libera la tua agenda da ogni altra incombenza che non farebbe altro che aumentare lo stress da rientro – ovviamente via libera agli impegni piacevoli come una cena con gli amici, un massaggio rilassante dall’estetista, un cinema all’aperto!

      3. Cura corpo e mente

    I primi giorni da rientro sono come un ponte tra le ferie e la solita vita, ecco perché è importante attraversarli gradatamente, aiutando anche la mente e il corpo a compiere questo passaggio nella maniera più soft possibile. Non rinunciare all’attività fisica, magari proprio in vacanza avevi preso l’abitudine di praticarla, non dimenticare di bere molto – immagina che l’acqua ti ripulisca dentro –, cura l’alimentazione e concediti delle gratificazioni o dei momenti piacevoli, anche una doccia profumata, un automassaggio e, perché no, un po’ di shopping.

Insomma, se già durante l’anno dovresti farlo, in questa fase così delicata di fine ferie è proprio d’obbligo: coccolati e pensa più a te, vedrai che il rientro dalle vacanze sarà meno traumatico e avrai le energie al massimo!

Potrebbero interessarti anche:

{{'2021-09-09 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2021-09-09 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Tutti in classe col sorriso

Suona la campanella: si torna a scuola! Come vivere al meglio questi momenti? Segui i nostri consigli.

scopri di più
{{'2021-07-29 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2021-07-29 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Pronti, partenza… cosa metti in valigia?

Stai per partire, ma non sai cosa mettere in valigia? Ecco le 4 cose che non dovrebbero mai mancare!

scopri di più