i consigli di
Despar Sicilia
{{'2021-06-17 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd LLLL y'}}

Libri: conosciamo i finalisti del Premio Strega 2021

Se sei un appassionato lettore o un’appassionata lettrice, probabilmente lo sai già. Non si fa che parlarne da una settimana, da quando cioè la giuria del Premio Strega, il riconoscimento letterario più prestigioso del nostro Paese, ha reso nota la cinquina finalista 2021. Non ci resta che attendere l’8 luglio per sapere chi sarà il vincitore o la vincitrice – in lizza sono due uomini e tre donne. Che fare nell’attesa? Beh, magari leggere i libri finalisti e decretare il tuo preferito! Te li presentiamo.

Libri e autori della cinquina finalista

Iniziamo da una donna dalla storia toccante: è Edith Bruck, scrittrice di origine ungherese sopravvissuta all’Olocausto, a cui la giuria ha assegnato il Premio Strega Giovani. Il suo è un romanzo autobiografico, s’intitola Il pane perduto (La nave di Teseo) e racconta della morte dei genitori e del fratello nei campi di concentramento, della sua vita dopo fino all’arrivo in Italia. Una serie di riflessioni preziosissime sui pericoli dell'attuale ondata xenofoba, che termina con una spiazzante lettera finale a Dio, in cui la scrittrice – si legge nella sinossi – “mostra senza reticenze i suoi dubbi, le sue speranze e il suo desiderio ancora intatto di tramandare alle generazioni future un capitolo di storia del Novecento da raccontare ancora e ancora.”

Emanuele Trevi è in nomination con Due vite (Neri Pozza). I protagonisti sono Rocco Carbone e Pia Pera, scrittori e amici dello stesso Trevi, morti prima di diventare anziani. L’autore ne ridisegna i tratti: la fisionomia spigolosa, i lineamenti marcati del primo; l'aspetto da incantevole signorina inglese della seconda, così seducente da non suggerire alcun rimpianto per la bellezza che le mancava.

Borgo Sud (ed Einaudi) è invece il romanzo di Donatella Di Pietrantonio. La trama ruota attorno ad Adriana e alla sorella che si ritrovano dopo diverso tempo. Un incontro che porterà con sé dubbi, domande e verità.

Tra i candidati anche Giulia Caminito con L’acqua del lago non è mai dolce (Bompiani): un romanzo che si svolge tra Roma e le rive del lago di Bracciano, dalla fine degli anni Ottanta fino ai primi anni Duemila. Gaia e la madre Antonia diventano le protagoniste di una storia famigliare, sociale e personale molto intensa.

Infine Andrea Bajani con Il libro delle case (Feltrinelli). Case reali e case in senso metaforico: questo romanzo racconta i luoghi fisici e così facendo quelli interiori degli ultimi cinquant’anni della nostra storia.

Eccoli quindi i cinque finalisti dello Strega, non resta che aspettare le prossime settimane per conoscere chi si aggiudicherà l’ambito premio letterario nell’edizione 2021! E chissà che non sarà il tuo preferito! Buona lettura!

Potrebbero interessarti anche:

{{'2021-08-26 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2021-08-26 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Sindrome da rientro: segui i nostri consigli scaccia tristezza

Sei ancora in vacanza e già pensi al tuo ritorno a lavoro? È la sindrome da rientro! Eccoti tre consigli per affrontarla al meglio.

scopri di più
{{'2021-07-29 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2021-07-29 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Pronti, partenza… cosa metti in valigia?

Stai per partire, ma non sai cosa mettere in valigia? Ecco le 4 cose che non dovrebbero mai mancare!

scopri di più