i consigli e rimedi di
Despar Sicilia
{{'2019-12-16 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd LLLL y'}}

Per una tavola natalizia tutta green

Le Feste sono il periodo migliore per addobbare la propria casa. Luci, candele, nani, renne e tantissime altre decorazioni natalizie servono a dare quel giusto tocco magico per vivere al meglio queste giornate in un’atmosfera calda e accogliente. I colori predominanti sono solitamente il rosso, il verde, l’oro, … Ci sono però tante altre combinazioni di colore e materiali che si possono escogitare per rendere le Feste ogni anno diverse e originali.
Soprattutto in tavola ci si può sbizzarrire molto, anche con una filosofia tutta green. Come?

  • La tovaglia rigorosamente in tessuto naturale, lino oppure cotone. I colori devono ricordare la natura, il legno e gli alberi. Quindi un bel verde tenue o il marrone possono essere le tonalità ideali per immergersi in un sottobosco. Con un tavolo di legno si è avvantaggiati perché bastano delle tovagliette o un runner al centro.

  • Il menù e il segnaposto sono scritti a mano su un foglio di cartoncino bianco oppure di carta riciclata dal classico colore naturale. Una candela al fianco di ogni segnaposto serve a trasmettere un po’ di calore in più.

  • Per le decorazioni foglie, rametti e arbusti sempreverdi saranno sufficienti per dare un aspetto molto naturale, ma allo stesso tempo natalizio alla tavola. Cipresso e alloro insieme a bacche di rosa canina daranno il giusto tocco di vivacità. Per stupire gli ospiti si possono anche regalare delle melagrane, simbolo di abbondanza e fertilità, un buon auspicio per il nuovo anno che sta per iniziare. In un piccolo piatto al centro della tavola può essere posizionato un vaso da conserva di recupero, che contiene rametti di rosa canina. Tutt’intorno rametti di alloro e cipresso insieme a bacche, inseriti in cubetti di spugna da fiorista bagnati.

  • Il piatto di ceramica può essere bianco per far esaltare gli altri colori. Le posate sono tenute assieme da un sacchetto di carta, ben piegato, avvolto intorno alle posate e chiuso con uno spago sottile. Il sacchetto al termine del pasto può essere utilizzato per portare a casa la melagrana, qualche foglia di alloro (utilissima in cucina) e le bacche di rosa canina, perfette per infusi e tisane.

Potrebbero interessarti anche:

{{'2019-09-30 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2019-09-30 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Probiotici e prebiotici: cosa sono e perché fanno bene?

Sapevate che nel nostro intestino ci sono oltre 500 specie di batteri diversi e miliardi di microrganismi?

scopri di più
{{'2019-09-23 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2019-09-23 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Fai il pieno di grassi… sani!

Tutti i grassi fanno male? Certo che no!

scopri di più