i consigli di
Despar Sicilia
{{'2022-03-24 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd LLLL y'}}

Il potere dell'abbraccio

L'abbraccio è uno dei gesti più spontanei e calorosi per esprimere vicinanza e affetto, e anche se in questo difficile periodo non ti è stato possibile godere di tale semplice e genuina azione, a causa del distanziamento e di tutto ciò che ha comportato, in attesa di poter riabbracciare chiunque desideri, almeno nella tua piccola cerchia sicura cerca di praticarlo con frequenza perché è veramente uno degli atti più salutari e benefici che esista.

I benefici dell'abbraccio

Abbracciare è un atto piacevole per chi lo riceve e per chi lo dona, ma è anche un gesto che fa bene, agendo a più livelli. Dare e ricevere un abbraccio ha il potere di modificare l'umore, riesce a trasformare una brutta giornata in una bella grazie alla dopamina che entra in circolo e che favorisce la produzione di endorfine. Ha anche un potere calmante e antistress, fungendo da vero supporto psicosociale nei momenti di ansia. Riesce a rilasciare ormoni che hanno la capacità di rinforzare il sistema immunitario, incidendo sul sistema cardiovascolare e alzando la temperatura corporea, ciò protegge anche dal freddo. Ma da alcune ricerche si è scoperto che abbracciare incide pure sul nostro cervello aumentandone le potenzialità, pare infatti che durante l'abbraccio i due emisferi si sincronizzino tra di loro e ciò ha tra i suoi effetti una migliore concentrazione, capacità di attenzione e apprendimento. E che dire del benessere generale? Durante l'abbraccio viene stimolata la produzione di ossitocina e serotonina che agiscono sul benessere fisico ed emotivo, ci si sente più sicuri e si alza il livello di autostima, in più la percezione del contatto fisico con il senso di affetto e protezione che ne deriva, crea un legame che ci fa sentire immediatamente amati e sostenuti. Ma per goderne veramente appieno devi lasciarti andare, respirare profondamente e distendere i muscoli, sentirti contenut* e contenere, in poche parole viverlo!

L'abbraccio giusto

Sono tanti i motivi per i quali viene dato o si riceve un abbraccio. Può essere fatto per salutare affettuosamente, per esprimere gioia, per ringraziare, per fare sentire la nostra vicinanza ad una persona o per confortare in un momento di tristezza. Si abbraccia per dimostrare amore. Quanto è bello ricevere un abbraccio inaspettato dalla persona amata, come è affettuoso un abbraccio ricevuto da un bambino, come è costruttivo e salutare un abbraccio dato al nostro bambino. Ma per essere percepito come veramente piacevole e suscitare più emozioni, ciò che incide è la sua durata. Grazie ad una ricerca condotta dalla University of London a Goldsmiths e pubblicata su Acta Psychologica, abbiamo le istruzioni su come deve essere il giusto abbraccio! Secondo i ricercatori un braccio deve essere posto sulla spalla, mentre l'altro sulla vita realizzando un abbraccio incrociato, così si ha una sensazione di parità (questo tipo di abbraccio è preferito tra maschi), e deve durare dai 5 ai 10 secondi, meglio 5, anche se, aggiungiamo noi, a volte si desidera che un abbraccio non finisca mai!

Ora sai proprio tutto, quindi anche se ancora non è possibile distribuire abbracci come vorresti, è possibile però concentrarti sulla sfera intima, su chi ti è accanto, e manifestare la tua presenza sempre, senza dimenticare quanto è forte il potere di un piccolo gesto, per piccoli e grandi.

Potrebbero interessarti anche:

{{'2022-01-26 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2022-01-26 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

La gestione del tempo

Tempo, tempo... A volte si ha la sensazione di doverlo inseguire per non farlo sfuggire... ma che stress! Proviamo a gestirlo con la tecnica del timeboxing!

scopri di più
{{'2021-10-21 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2021-10-21 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

I sogni son desideri, ma quali desideri ci sono dietro ai sogni?

La fata di Cenerentola lo diceva chiaramente: i sogni son desideri. Ma come fare a capire quali sono questi desideri? Leggi il nostro articolo.

scopri di più