i consigli di
Despar Sicilia
{{'2021-03-18 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd LLLL y'}}

Arriva la primavera, fai sbocciare le tue emozioni

È in arrivo la bella stagione, la natura si apre alla vita. È tempo di farlo anche tu, dando voce alle tue emozioni. Si chiama intelligenza emotiva ed è la capacità di conoscere, comprendere e gestire i propri stati d’animo. Abbiamo già parlato di come riconoscere le emozioni (leggi il nostro articolo qui), ma perché è importante farlo?

Cosa stai provando?

Quante volte hai avvertito una sensazione di malinconia, ma hai voluto non farci caso? E il disagio: hai preferito far finta di nulla di fronte a quella situazione d’imbarazzo, non è vero? Immersi in una società che va a mille all’ora è importante prendersi una pausa e parlare col proprio io: come ti senti in questo momento?

Siamo purtroppo abituati a mettere il silenziatore al nostro mondo interiore, soprattutto quando si tratta di certe emozioni, quelle che non possono essere dette, quelle di cui vergognarci. Già, operiamo una rigida classificazione dei nostri stati d’animo: ci sono le belle emozioni da gridare a gran voce e ci sono quelle cattive da infilare sotto il tappeto. Sbagliando.

Ogni emozione ha infatti una sua identità, una sua valenza per il nostro benessere emotivo, comprese quelle ritenute di serie B, quasi sbagliate o, peggio, elementi di debolezza. La paura, l’ansia, l’incertezza, la timidezza sono importanti e sono giuste al pari dell’ottimismo, della giocosità, della tranquillità. Vanno accettate, comprese, regolate anche loro: datti il diritto di provarle, attribuendo il giusto valore a ogni sfumatura del tuo universo emozionale. Il tuo inconscio ti ringrazierà!

Di fronte a un leone, che fai?

Immagina di trovarti davanti a un leone: cosa fai? Scommettiamo che ti metti a correre a gambe levate – a meno che tu non abbia speciali abilità da domatore ☺. È la paura che mette in azione il tuo corpo, dandogli l’impulso alla fuga. Perché? Facile, per sopravvivere!
Ecco, ogni emozione è essenziale per la tua sopravvivenza. Scatena una risposta fisiologica agli eventi esterni, garantendoti la vita. Se questo è chiaro e accettato di fronte a un pericolo universalmente riconosciuto, come le fauci di un leone, purtroppo diventa poco comprensibile – e poco gradito socialmente – di fronte a minacce meno condivise, a situazioni meno estreme, ma pur sempre vitali per il tuo benessere. Nota cosa provi di fronte agli eventi della tua vita, anche quotidiana. Perché ricorda: a distanza di miliardi di anni, le emozioni servono ancora a farti sopravvivere!

Il tuo dialogo interiore

La flessibilità: ecco un’altra funzione delle emozioni. La fuga da un pericolo imminente è un evento istantaneo, la flessibilità è invece una risposta più a breve-medio termine, se non persino a lungo termine. Ti permette di vagliare la situazione che abbiamo davanti per prendere una decisione: e come puoi mai pensare di prendere quella giusta se non valuti ogni emozione che quella situazione ti procura?

Infine, il dialogo, dapprima con sé stessi, e poi con gli altri. Ascoltati, riconosciti: questo ti permetterà di avere relazioni più sane con gli altri. Ti aiuterà ad aumentare le tue competenze sociali e quindi relazionali: starai meglio con te stesso e con il mondo che ti circonda.

Potrebbero interessarti anche:

{{'2021-04-22 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2021-04-22 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Dai un nome alle tue emozioni con la ruota di Plutchik

Affrontare la vita con più consapevolezza? Inizia chiamando per nome i tuoi stati d’animo. Ti suggeriamo come si fa con il modello di Plutchik.

scopri di più
{{'2021-02-24 00:00:00' | dateToISO | date : 'dd'}}
{{'2021-02-24 00:00:00' | dateToISO | date : 'LLLL y'}}

Autostima in picchiata? La aumenti così!

Quattro semplici suggerimenti per coltivare la tua autostima ogni giorno

scopri di più